Anna Kuliscioff

La Fondazione
 

La Fondazione Anna Kuliscioff, è nata dall’infaticabile impegno del suo fondatore Giulio Polotti, che ad essa ha donato tutto il suo patrimonio di ricerca e studio e la possibilità finanziaria di venire alla luce, è stata costituita nel 1992

Nel corso del tempo la Fondazione Anna Kuliscioff, è stata arricchita da  importanti archivi appartenuti a personalità del mondo politico, sindacale e culturale, in parte donati alla Fondazione Anna Kuliscioff e in parte depositati presso la stessa.

Riconoscimento del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali

in data 1 Aprile 1997

Riconoscimento Sopraintendenza Archivistica per la Lombardia

in data 10 febbraio 1998

Gli obiettivi

La Fondazione Anna Kuliscioff ha lo scopo di creare un modello di fondazione in grado di erogare servizi informativi di valore culturale e scientifico sulla storia contemporanea italiana e internazionale e di favorire gli studi sulla storia del pensiero socialista, del movimento operaio e sindacale, femminile, libertario e in generale sulla storia del lavoro, dell’emancipazione e dello stato sociale.

Inoltre la Fondazione Anna Kuliscioff  vuole contribuire al dibattito e alle proposte sui temi di maggior rilievo e attualità in materia di lavoro, di politica economica e sociale, sviluppare la ricerca tesa a favorire lo sviluppo economico e la crescita dell’occupazione, in particolare di quella femminile e giovanile, favorire il dibattito sui temi delle esperienze partecipative dei lavoratori alla gestione delle imprese, sostenere il processo di unità sindacale su basi democratiche.  Su tali tematiche la Fondazione Anna Kuliscioff svolge da sempre attività di formazione.

Articolazione

Principali sezioni in cui è articolata la Fondazione Anna Kuliscioff: Documenti originali – Fondi – Monografie – Libri – Opuscoli- Periodici – Iconografia – Fotografia e Filmografia – Reperti

Le collezioni  di manoscritti originali, reperti, manifesti e bandiere, statuti, tessere e cartoline politiche, costituiscono un importante archivio storico, in parte di proprietà della Fondazione Anna Kuliscioff e in parte depositato da privati, che copre un arco temporale dalla fine del 1700 ad oggi. Particolare importanza rivestono gli Archivi “Stampa clandestina” e “Stampa Alternativa”.

La catalogazione informatica è stata realizzata per la sezione “Opuscoli” e per la sezione “Fondo Fotografico”.

Attività editoriale

Edizioni Fondazioni Anna Kuliscioff con le collane  Le fonti del Socialismo – Biblioteca Socialista – Figure del ‘900 – La memoria degli uomini – Arte e Politica

La Fondazione Anna Kuliscioff aderisce all’Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane