Protagonista assoluta della storia del socialismo e dopo aver dedicato tutta la propria vita a sostegno dei diritti delle donne e degli oppressi, Anna Kuliscioff  si spegneva a Milano il 27 dicembre del 1925. Il 29 dicembre migliaia di persone parteciparono ai suoi funerali, ma il suo corteo funebre per le strade del centro di Milano  fu funestato dall’attacco di alcuni fascisti facinorosi, che si scagliarono  contro le carrozze e strapparono drappi e corone.

In tempo di pandemia non è possibile per la Fondazione Anna Kuliscioff, svolgere una commemorazione di Anna Kuliscioff il 29 dicembre al Cimitero Monumentale.      Ma nel 95° anniversario i garofani rossi sulla sua tomba non mancheranno.

In memoria – Officina Tipografica Enrico Lazzari – MiIano, 1926, copia personale n. 1 autografa da Filippo Turati

 Biblioteca Fondazione Anna Kuliscioff